Carlo Piola Caselli
La corazzata Avérof varata a Livorno


Pagina 30 di 72       

%


     Tratto a tratto, come ci riferisce il cronista, cade infatti una fitta, noiosa, inopportuna pioggerella, ma potremmo parafrasare: corazzata bagnata, nave fortunata!
     Si vedono perciò aprire e chiudere gli ombrelli tra le proteste di chi si trova disturbato da questo serrar e disserrar.
     Sul piccolo palco vicino alla prora vi è grande animazione: la bottiglia rituale penzola dal lato destro dell'incrociatore mentre al sole, che ogni tanto fa capolino, brillano i preziosi paramenti sacri dell'archimandrita greco.
     Meraviglia delle meraviglie, persino il gentil sesso appare silenzioso, le conversazioni sono a monosillabi, sommesse, contenutissime all'indispensabile. Tutti gli occhi son puntati sui fianchi della nave. (51)

     
Gli intervenuti

     Nel frattempo, in attesa del varo, possiamo dare un'occhiata agli illustri intervenuti: il gen. conte Sanminiatelli Zabarella, (52) comandante la Divisione Militare; il gen. Turletti, (53) comandante la Brigata; Il comm. Luigi Orlando, (54) il sindaco comm. Malenchini, (55) il conte Guido de Chayes, (56) i brillanti ufficiali della marina portoghese che si trovavano a Venezia per gli esperimenti dei sottomarini e che sono venuti a Livorno per assistere al varo, i ten. di vascello de Bozos e Magalhaes Corrèa; gli ufficiali della marina greca, capitano Grumbas, ten. di vascello Vriacos, ing. del genio navale Leontopulos e l'ufficiale Metriedos; il conte Rosolino Orlando, il sen. de Larderel, (57) l'on. Cassuto (58) (giunto nel frattempo a Livorno); il duca di Sant’Elisabetta, presidente della Lega Navale; il cav. avv. Galasso, presidente del tribunale; il cav. Campus Campus, (59) procuratore del Re; l'avv. Antonelli, sostituto procuratore del Re; i giudici Todeschini, Debolini e l’ avv. Vittorio Vaturi; gli assessori prof. Giotto Bizzarrini, prof. Giulio Lazzeri, avv. Bonichi, col. Tortello, cav. Lang; i consiglieri di prefettura cav. Aldi Mai e avv. Vacha Strambiò, il segr. del prefetto cav. Crosara; il cav. Adolfo de Chayes, il ten. di vascello Pfister; il conte Cozza (60) ing. capo del genio civile; il cap. del porto cav. Mazzinghi; il cav. Berti, dir. delle Regie Poste; il cav. uff. Corrado Dei, ispettore distrettuale; il cav. Catozzi vice dir. delle poste; il gen. Sen. Ponza di San Martino, (61) Giovanni Marradi, Leonetto Semana; il console della Rep. Argentina del Carryl e il vice console Agostino Gori; il console di Panama Carlo Gori, l'on. Marzocchini (?), (62) il cav. uff. prof. Targioni Tozzetti; il console d'Austria barone Kruger, decano del corpo consolare; il gen. de Chorand de Sainte Eustache, (63) il prof. Cecchi, l'avv. Trumpy, il dott. Boita, il cav. uff. dott. G..C. Mattini, il console di Francia Arene, il pretore Girardi, l'assessore Von Berger, l'ing. Giovanni Saccardi, il cav. Giuseppe Modigliani; i cav. ing. Emanuele e Angelo (64) Rosselli; il prof. Pesci; (65) Guglielmo Tomei, il cav. avv. Ponticelli, il console cav. G. R. Zar, il comm. avv. Francesco Menicanti, il cav. Guido Friedman, padre Schalub, il ten. di vasc. Tur, il cap. Peluso, il ten. Fanizza, il conte Rodocanacchi-Ralli, (66) il questore comm. Sennener e il vice cav. Calabresi, il cav. Mario Chicca, il commiss. cav. Mazza, il prof. Piglini, (67) il cav. Franco Nunes, (68) e il cav. Grazzini della Banca Commerciale Italiana, i sig. Ugo Perera, Federigo Pera, Tron e molti altri.

* * *

(51) Ibid., paragrafo Gli ultimi preparativi.

(52) Non Samminiatelli ma Sanminiatelli Zabarella conte Carlo Marco (1849-1926), Enciclopedia Militare.

(53) Vittorio Turletti (1847-1930), Enciclopedia Militare, autore di vari libri.

(54) Luigi Orlando “junior”.

(55) Malenchini, Libro d'oro della nobiltà, XVIII, p. 1003.

(56) De Chayes, Ibid., XII, p. 298.

(57) De Larderel, conte, nob. di Livorno e di Volterra, Ibid., IX, p.784.

(58) Francesco BARTOLOTTA, Parlamenti e Governi d'Italia, dal 1848 al 1970, Vito Bianco ed., Roma, 1971, v. I, Deputati.

(59) Campus Campus Giovanni Maria, poi cons. Corte di Cassazione, Annuario degli insigniti delle onorificenze cavalleresche del Regno d'Italia di ordini equestri, pontifici, magistrali ed esteri, Milano, 1935.

(60) Cozza, Libro d'oro della nobiltà, XIII, p. 418.

(61) Conte, sen. Coriolano Ponza di San Martino (1842-1926) comand. la div. mil. di Livorno (1898-1902), gen. di c.d'a. nel 1904, min. della Guerra dal 7 aprile 1900 al 27 aprile 1902, senatore dall'8 aprile 1900, Enciclopedia Militare; Parlamenti e Governi d'Italia.

(62) Forse Vittor Ezio Marzocchi, XXI legislatura (dal 16 giugno 1900 al 18 ottobre 1904) di Livorno, fotografo, Parlamenti e Governi d'Italia.

(63) De Chaurand de Saint Eustache: o il conte Felice, n. 1857, o il nob. dei co. Enrico, all'epoca entrambi generali, autori di varie monografie, Enciclopedia Militare.

(64) Forse ing. Angelo Rosselli, industriale, residente a Livorno.

(65) Forse il prof. Giuseppe Pesci, ord. alla Regia Accademia Navale di Livorno.

(66) Rodocanacchi Ralli, Libro d'Oro, X, 495; Despina VLAMI (Δέσποινα ΒΛΑΜΗ ) To Fiorini to sitari ke i odos tu kipu,, ellines émpori sto Livorn o(Το φιορίνο το το σιτάρι και η οδός του κήπου, έλληνες έμποροι στο Λιβόρνο) 1750-1868, Themelio (Θεμέλιο), Atene, 2000.

(67) Forse prof. Iacopo fu Marco Piglini, di Livorno.

(68) Forse Elia Nunes-Franco, dir. della Banca Commerciale di Livorno.